Come è nata la leggenda della Befana?


“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte”.

Il 6 gennaio è il giorno dell’Epifania, che mette fine alle festività natalizie. La tradizione cristiana ricorda l’adorazione dei Magi che si dirigono verso Betlemme per festeggiare la nascita di Gesù, portandogli dei doni: oro, incenso e mirra.

La tradizione della Befana è tipica di alcune regioni italiane e meno conosciuta nel resto del mondo. Si tratta di una donna anziana che porta dolci o carbone ai bambini la notte tra il 5 e il 6 gennaio.

Ma cosa c’entra una vecchia signora con i Magi?

Secondo la tradizione, i Magi andando a Betlemme non trovavano la mangiatoia e così hanno chiesto informazioni a un’anziana, che avevano incontrato lungo la strada. La donna non è voluta andare con loro dal piccolo Gesù, ma dopo si è pentita della sua decisione. Così ha preparato un cestino ricco di dolci ed è andata alla ricerca dei Magi. Ha bussato a ogni casa per trovare i Magi e ad ogni bambino incontrato ha regalato dei doni, nella speranza di imbattersi anche nel piccolo Gesù. Da allora la Befana gira il mondo, regalando dolci per farsi perdonare, e i piccoli bambini mettono fuori le loro calze e scarpe per la vecchia signora in caso ne avesse bisogno.


Vero o falso?

1. L’Epifania è l’ultima festa nel periodo natalizio.

2. I Re Magi portano a Gesù oro, mirra e un cestino pieno di dolci.

3. La tradizione della Befana è conosciuta in tutto il mondo.

4. I bambini cattivi ricevono carbone la notte tra il 5 e il 6 gennaio.

5. I Magi hanno perso la strada mentre cercavano il Bambino Gesù.

6. La vecchia signora non si è pentita di non esser andata con i Magi.

7. Dopo aveva l’intenzione di trovare i Magi.

8. La Befana ha le scarpe rotte.


Lessico

Epifania – Vízkereszt

mettere fine a – véget vet vminek

adorazione – imádás, imádat, rajongás

Magi - háromkirályok

dirigersi – indul, tart vhova

portare – vinni ; gli – neki

oro – arany

incenso – tömjén

mirra – mirha

meno conosciuta – kevésbé ismert

si tratta di – szó van valamiről, valakiről

anziana – idős

carbone – szén

cosa c’entra – mi köze van

mangiatoia – jászol

lungo la strada – út közben

pentirsi di – megbánni vmit

cestino – kosár

ricco di – gazdag vmiben

alla ricerca di – vminek, vkinek a keresésére

bussare – kopogni, bekopogni

nella speranza di – abban a reményben

imbattersi – összefut vkivel, belebotlik vkibe

regalando – ajándékozva

per farsi perdonare – hogy megbocsássanak neki

in caso ne avesse bisogno – ha szüksége lenne rájuk



Soluzioni e fonte

1- vero

2- falso

3- falso

4- vero

5- vero

6- falso

7- vero

8- vero https://www.corriere.it/tecnologia/domande-google/notizie/perche-befana-riempie-calza-dolci-carbone-leggende-curiosita-dell-epifania-deef91ac-2fcd-11ea-8ee1-1d9fce076d0e.shtml?refresh_ce-cp

Un Pizzico d'Italiano.png

Beszédcentrikus olaszórák Skype-on

 Un Pizzico d'Italiano- Egy csipetnyi olasz
        Kiss-Valickó Erika olasz magántanárral
  • Facebook